La cartomanzia si basa sulla lettura delle carte, ma sai che esistono diversi tipi di tarocchi? Ogni cartomante utilizza dei particolari mazzi di carte per poter scoprire di più sulla tua vita e sul tuo futuro.

I tarocchi hanno una storia molto antica e molto misteriosa. La loro origine è italiana e raffigurano archetipi e simboli molto particolari. Oggigiorno i tarocchi disponibili sono tanti. La loro scelta è soggettiva e si basa su una particolare affinità tra le carte e la cartomante che le leggerà per te. Oggi voglio scoprire con te quali sono i più utilizzati per praticare l’antica arte della cartomanzia.

I tarocchi più conosciuti ed utilizzati

I tarocchi sono composti da 78 carte complessive, che sono a loro volta divise in Arcani Maggiori e Arcani Minori. La maggior parte dei tarocchi rispetta questa composizione, ma sono davvero tante le tipologie disponibili.

I tarocchi Marsigliesi sono tra i mazzi di carte più classici e sono spesso i più adatti per chi si avvicina a questo mondo per la prima volta. Sono molto belli da vedere, ma soprattutto sono perfetti sia per la divinazione che per la tarologia. I tarocchi dei Visconti sono uno dei mazzi più antichi. La loro lettura prevede una maggiore esperienza in questo campo, perciò sono l’ideale per le cartomanti più esperte.

I tarocchi per la cartomanzia e la tarologia

I tipi di tarocchi sono quasi infiniti, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le capacità. In questa sezione voglio parlarvi di alcuni dei mazzi di carte più particolari o più rari, come il Gran Tarocco Esoterico. Questo mazzo è poco conosciuto e richiede una buona conoscenza dell’esoterismo. Tra i tarocchi con un maggiore impatto visivo e figure elaborate, troviamo i tarocchi di Crowley, che sono davvero unici grazie alla loro particolare simbologia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.