I Tarocchi rappresentano degli strumenti molto potenti incentrati sull’energia. Ciò significa che, per ottenere il miglior risultato nelle lettura, è essenziale lavorare con un’energia cristallina, pura e potente. Quindi si rivela essenziale eseguire una purificazione dei Tarocchi ancor prima di essere usati, in quanto devono comunicare con la tua energia. Oltre a ciò, nel momento in cui vengono adoperati, tendono ad assorbire ed accumulare energia, e di tanto in tanto è bene comunque purificarli, affinché continuino a fare bene il loro lavoro. Tra i metodi di purificazione dei Tarocchi più utilizzati in assoluto sono i seguenti.

Bagno di Luna

Durante la notte di luna piena, bisognerà mettere il mazzo di Tarocchi in un punto affinché venga raggiunto dai suoi raggi. Magari sarebbe meglio legare il mazzo con un filo di cotone, in modo da evitare che il vento possa spazzarlo via.

 

Riordinamento

Tra una lettura ed un’altra delle carte, è bene riordinarle. Il procedimento è alquanto semplice: bisognerà mettere in ordine gli Arcani Maggiori ed i Minori, per poi rimescolare le carte prime di utilizzarle per compiere una nuova lettura. La disposizione delle carte deve rispettare lo stesso ordine di quando furono sigillate.

 

Cristalli di Quarzo

Il Cristallo di Rocca è l’elemento che viene adoperato per la purificazione ed il decongestionamento dei campi energetici dei Tarocchi, in quanto è in grado di assorbire tutte le energie con una vibrazione modesta. E’ possibile inserire il Cristallo di Rocca all’interno dei porta tarocchi in modo che sia a contatto diretto con questi.

 

Reiki

Coloro che praticano il Reiki, possono provvedere alla purificazione dei tarocchi attraverso questo metodo, canalizzando l’energia neutra dei tarocchi per pulirli.

 

Sale

Uno dei sistemi più frequenti utilizzati per la purificazione dei tarocchi è il sale. Bisognerà inserire il mazzo dei tarocchi in un sacchetto di sale affinché risulti coperto del tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.